Platon BardhiPlaton Bardhi è un artista poliedrico. La sua principale vocazione è la scenografia ma le sue esperienze teatrali si traducono in un connubio armonico che spazia dai costumi al light design ed all'assistenza alla regia. Dopo aver conseguito il diploma al liceo artistico nella sua città natale in Albania, si trasferisce a Firenze per iniziare gli studi in scenografia all'Accademia di Belle Arti con il Prof. Massimo Mattioli. Durante questo periodo svolge le sue prime esperienze lavorative al laboratorio di scenografia del Teatro Comunale di Firenze. Nel 2006 inoltre segue all'Accademia del Teatro alla Scala il corso di informatica applicata alla scenografia dove perfeziona le tecniche di progettazione 3d. Nel 2007, dopo un periodo formativo al Teatro Verdi di Trieste, collabora come assistente scenografo con Maria Pia Angelini al Festival dell'Operetta per Il paese dei campanelli e Cin Ci Là con regia di Maurizio Nichetti. Nel 2008 collabora con Antonio Petris per L'Olimpiade di L. Leo al Teatro Comunale di Bologna e Andrea Chenier di U. Giordano al Teatro del Fuoco a Foggia. A novembre dello stesso anno firma la sua prima scenografia con Il Trittico di Puccini al Teatro Nazionale dell'Opera a Tirana. A gennaio 2009 inizia la collaborazione come scenografo con il regista  Giulio Ciabatti, con il quale proseguirà una lunga carriera ed amicizia, per la realizzazione de Il piccolo Flauto Magico a Palermo, un allestimento del Teatro Massimo. Nello stesso anno realizza le scenografia per Nabucco di G. Verdi al Festival dell'Opera a Obidos – Portogallo. A novembre è scenografo per Salome di R. Strauss al Teatro Nazionale dell'Opera a Tirana con regia di Patricia Panton. A febbraio 2010 firma le scene di Suor Angelica e Pagliacci al Teatro Marrucino di Chieti con regia di G. Ciabatti. A maggio è scenografo e light designer per Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini al Coliseo Do Porto con regia di Eleonora Paterniti, con la quale lavorerà anche per Anna Bolena di G. Donizetti al Teatro Nazionale dell'Opera a Tirana e nel mese di luglio progetta le scene per il balletto Zorba. Nel 2011 firma le scene di Werther di J. Massenet con regia di Patricia Panton al Teatro Nazionale dell'Opera a Tirana. A Novembre è di nuovo al Coliseo do Porto per Sansone e Dalila con regia di Giulio Ciabatti. A giugno 2012 firma le scene di Skanderbeg al Teatro nazionale dell’Opera di Tirana. A dicembre dello stesso anno disegna le scene di Così fan tutte con la regia di Antonio Petris, opera che verrà rappresentata in Olanda e Bulgaria. Nel marzo 2013 disegna e realizza le scene dell'opera Ali Pasha von Janina di A. Lortzing, premiere assoluta in tempi moderni presso il Teatro Nazionale dell'Opera a Tirana con regia di Patricia Panton. Ad aprile 2013 firma la scenografia di Falstaff di G. Verdi con la regia di Giulio Ciabatti presso il Luxor Theater di Rotterdam, opera che andrà in scena in 15 teatri di Olanda e Belgio. Nel 2013 risulta tra i quattro finalisti del 7° European Opera-directing Prize selezionato tra oltre 87 team partecipanti al contest, con un progetto di regia e scenografia per le opere Cavalleria Rusticana e Pagliacci. A Novembre 2013 cura la scenografia per La Bohéme di G. Puccini con la regia di Giulio Ciabatti al Teatro Coliseuo do Porto e per Tannhauser di R. Wagner, con la regia di Daniel Helfgot al Teatro Nazionale dell'Opera di Tirana. E' la prima volta nella storia che un opera wagneriana viene rappresentata in Albania. Nel 2014 conferma il proprio successo in Portogallo con la realizzazione e messa in opera delle scene di Carmen di G. Bizet e Rigoletto di G. Verdi con la regia di Giulio Ciabatti. Nel 2015 e 2016 collabora alla realizzazione delle scene di Scandalo (di Arthur Schnitzler) e Play Strindberg (di Friedrich Dürrenmatt), spettacoli di prosa con la regia di Franco Però, presentati al Mittlefest di Cividale del Friuli. separatore Platon Bardhi is a multifaceted artist. After art school bachelor in his hometown in Albania, he moved to Florence to begin his studies in scenography at the Academy of Fine Arts with Prof. Massimo Mattioli. During this period he made his first work experience at the scenography laboratory of the Teatro Comunale di Firenze. In 2006 he also attended the course of computer science applied to scenography at the Teatro alla Scala Academy. In 2007, after a period of training at the Teatro Verdi in Trieste, he collaborated as assistant set designer with Maria Pia Angelini at the Operetta Festival for Il paese dei campanelli and Cin Ci Là directed by Maurizio Nichetti. In 2008 he collaborated with Antonio Petris for L'Olimpiade of L. Leo at the Teatro Comunale of Bologna and Andrea Chenier of U. Giordano at the Teatro del Fuoco in Foggia. In November of the same year he signed his first scenography with Il Trittico di Puccini at National Opera Theater in Tirana. In January 2009 he began working as set designer with the director Giulio Ciabatti, with whom he will pursue a long career and friendship, for the realization of Il piccolo Flauto Magico in Palermo. In the same year he realizes the scenography for Nabucco by G. Verdi at the Opera Festival in Obidos - Portugal. In November he is set designer for Salome by R. Strauss at National Opera Theater in Tirana directed by Patricia Panton. In February 2010 he signed the scenes of Suor Angelica and Pagliacci at the Teatro Marrucino in Chieti directed by Giulio Ciabatti. In May he is set and light designer for Il Barbiere di Siviglia by G. Rossini at the Coliseo Do Porto directed by Eleonora Paterniti, with whom he will also work for Anna Bolena by G. Donizetti at National Opera Theater in Tirana and in the month of July designs the scenes for Zorba. In 2011 he signed the scenes of Werther by J. Massenet directed by Patricia Panton at National Opera Theater in Tirana. In November he is again at Coliseo do Porto for Samson and Dalila directed by Giulio Ciabatti. In June 2012 he signed the scene for Skanderbeg at the National Opera Theater in Tirana. In December of the same year he designed the scenes of Così fan tutte with the direction of Antonio Petris, a work that will be performed in several theatres of The Netherlands and Bulgaria. In March 2013 he designed and created the scenes of the opera Ali Pasha von Janina by A. Lortzing, absolute premiere in modern times at the National Opera Theater in Tirana directed by Patricia Panton. In April 2013 he designed the set design of Falstaff by G. Verdi under the direction of Giulio Ciabatti at the Luxor Theater in Rotterdam, which will be staged in 15 theaters of The Netherlands and Belgium. In 2013 he was among the four finalists of the 7th European Opera-directing Prize selected among more than 87 teams participating in the contest, providing directing, costume and set design for Pagliacci and Cavalleria Rusticana. In November 2013 he created the set design for La Bohéme by G. Puccini under the direction of Giulio Ciabatti at the Teatro Coliseuo do Porto and for Tannhauser by R. Wagner, directed by Daniel Helfgot at National Opera Theater in Tirana. It is the first time that a Wagnerian opera was represented in Albania. In 2014 it confirms its success in Portugal with staging of Carmen by G. Bizet and Rigoletto by G. Verdi under the direction of Giulio Ciabatti. In 2015 and 2016 he collaborated on the production of Scandalo (by Arthur Schnitzler) and Play Strindberg (by Friedrich Dürrenmatt), prose shows directed by Franco Però, represented at the Mittlefest in Cividale del Friuli.